Città di Castello

Porta naturale del ”cuore verde  d’Italia”, Città di Castello è senza dubbio la meno ”umbra delle città  umbre”.  La posizione orografica e il carattere Rinascimentale la  contraddistinguono infatti dagli altri centri, per lo più arroccati su alture e gelosi del loro passato medievale. Ed è proprio questa atipicità a rendere bella di un fascino particolare questa città. In questo crocevia di culture diverse le ricchezze culturali sono di singolare varietà: toscana è infatti la struttura architettonica, emiliana la parlata dialettale, romagnola la vivacità imprenditoriale, marchigiano il rilievo appenninico, umbro il sapore di certi luoghi.

La presenza amica del biondo Tevere le diede rilevanza notevole al tempo dei Romani (Tifernum Tiberinum), la serena dolcezza dell’ambiente naturale la rese famosa nel Medio Evo (Castrum Felicitatis), l’abilità politico-bellica e il mecenatismo della dinastia Vitelli la fecero grande nel Rinascimento (Civitas Castelli). E’ il centro più importante della Valtiberina Umbra.

Simpatici momenti folcloristici e musicali, interessanti esposizioni artigianali ed agricole, allegre feste paesane ed importanti eventi sportivi, animano periodicamente e caratterizzano in modo vivace la vita di questa bella realtà umbra.

duomo-citta-di-castello